Carica e Verifica il Green Pass

Puoi caricare il Green Pass da computer fisso, tablet e smartphone.

Il caricamento del Green Pass è individuale.

p.s. in questa pagina trovi il riepilogo completo del modulo: Green Pass - Completo

 

Per aumentare ulteriormente la compliance con le direttive del garante, è possibile impostare il sistema in modo che l’immagine venga distrutta automaticamente dopo l’apertura e/o ogni notte. In questo caso tutti gli operatori interessati saranno tenuti a caricare giornalmente il qr-code, indipendentemente dal periodo di validità dello stesso.

__________________________

Premesse

Il modulo in oggetto è stato pensato per tutte quelle situazioni in cui il datore di lavoro è tenuto alla verifica della validità del green pass*, ma i lavoratori non sono nella condizione di poter passare tutti i giorni presso una sede della Cooperativa per la validazione.

Nella ideazione e realizzazione delle funzionalità, abbiamo tenuto conto sia delle limitazioni tecniche derivanti dal fatto che l’unica app tramite cui è possibile effettuare la verifica del green pass è l’app del Ministero della Salute denominata "VerificaC19", sia delle questioni relative alla privacy.
Su questo secondo punto va detto che al momento non ci sono indicazioni chiare ed esaustive. Anche le risposte di professionisti del settore ai quali abbiamo chiesto un parere, sia direttamente, sia per mezzo di alcune Cooperative, non sono univoche.

Tutti però concordano su alcuni punti:

  • la necessità di individuare soluzioni praticabili per rispondere all’obbligo di verifica da parte del datore di lavoro;
  • l’impossibilità per alcune categorie di lavoratori di presentarsi quotidianamente presso una sede della Cooperativa per mostrare il green pass;
  • la necessità di registrare il minor numero di dati possibili e comunque nessun dato che possa rendere evidente al datore di lavoro né la motivazione per la quale il green pass è stato rilasciato (vaccino, tampone, anticorpi già presenti a seguito di contagio ecc…), né l’eventuale data di scadenza, né le altre informazioni in esso contenute (su questo c’è già stato un pronunciamento del garante che ha vietato al datore di lavoro di richiedere al lavoratore copia del green pass).

Come si vedrà meglio in seguito dalla descrizione di dettaglio, le funzionalità realizzate tengono conto di queste indicazioni e il nostro DPO (Data Protection Officer, il Responsabile della protezione Dati Personali RDP), pur nell’incertezza del quadro normativo, ha dato parere positivo sottolineando due aspetti:

  • i soggetti incaricati del controllo dovranno essere adeguatamente individuati e opportunamente nominati ex GDPR;
  • fino ad eventuale esplicito pronunciamento del garante, una valutazione sulla adeguatezza o meno delle soluzioni individuate non può che essere responsabilità della Cooperativa.